Formazione

Ogni Organizzazione, che sia un’impresa nel mercato, un ente pubblico od un’Associazione Culturale, che voglia salvaguardare la propria leadership ha bisogno di restare costantemente aggiornata  e quindi ha bisogno di gestire un processo di formazione continua dei propri dipendenti, collaboratori e manager.

Per poter disporre di un vantaggio competitivo sui propri competitors bisogna aprirsi alle dinamiche evolutive esterne, cercando di comprendere i trend emergenti,  è necessario cogliere e superare nuove sfide, analizzare e valutare congiuntamente lo stato attuale dell’organizzazione.

Solo attraverso uno sguardo prospettico verso nuovi possibili approcci manageriali e strategici da applicare alla propria realtà , si potrà avere una evoluzione delle responsabilità del Management, la centralità del valore perseguito dall’organizzazione, il potenziamento della cultura d’impresa, l’attivazione dei processi di innovazione, il superamento delle “ruotine”.

Motivando e gratificando le risorse umane, che perc episcono come un valore  l’intento dell’azienda di investire sul percorso formativo-professionale del proprio personale dipendente, la formazione ha risvolti positivi in molteplici direzioni:

 

  • Fa acquisire  nuove conoscenze, competenze e comportamenti;
  • Matura un  adeguato senso di appartenenza;
  • Valorizza l’operato di ciscuno;
  • Potenzia il  lavoro in team;
  • Stimola l’assunzione di responsabilità;
  • Apre nuovi orizzonti;
  • Valorizza e scopre nuove possibilità.

 

Generalmente, un processo di formazione del personale prevede 4 fasi:

 

  • L’analisi del fabbisogno formativo
  • La progettazione e l’erogazione della formazione;
  • La valutazione della formazione e dei risultati aziendali a seguire;
  • La revisione del processo formativo

 

Quindi metabolizzare e rafforzare la consapevolezza del RUOLO del Management, attraverso un focus sulle proprie competenze e responsabilità, consolidando la propria propensione al CAMBIAMENTO .