I consulenti delle imprese al festival della creatività di Firenze

festival_creativitaLo scorso venerdì 16 ottobre, grazie ad un invito della Regione Toscana, ho preso parte al Festival Della Creatività, che si è svolto a Firenze.
Ho voluto finalizzare l’intervento ad un rapido excursus della funzione “creativa” nella storia attraverso l’analisi di alcuni casi “inventivi” significativi per poi tentare una breve panoramica dei punti di vista e degli approcci ad oggi più consolidati e formalizzati dagli studiosi del tema.
Come certo sapreste da tempo molte aziende adottano il “Pensiero Laterale” di E. De Bono, concetto che peraltro ha trattato lui stesso (con me sempre presente) proprio nello stesso convegno, domenica 18.
Quindi questa volta non ho voluto trattare il tema del “maestro”; piuttosto ho fatto alcuni specifici riferimenti ai altri grandi pensatori: Osborn, Altshuller……
Questa rapida carrellata era caratterizzata da un’ipotesi di fondo: strutturare un percorso di crescita personale e professionale sulla creatività significa approfondire volontariamente le proprie doti.
Devo dire che le mie argomentazioni hanno tratto beneficio dalla lettura dell’ultimo libro di Geoff Colvin: “La trappola del talento”.
In questo interessante testo l’autore sottolinea come il talento ha la necessità di essere affiancato da un lavoro di approfondimento e di perfezionamento continuo e costante ; all’inizio, infatti, il talento che le grandi persone sembrano dimostrare, argomenta l’autore, non è poi così distante dal talento che tutti noi abbiamo, quello che differenzia loro, è una capacità enorme di coltivare quelle doti con enormi e puntuali esercizi, ne consiglio,quindi, la lettura.
In approfondimenti troverete invece il materiale che esplicita il mio intervento a Firenze.

You may also like...