Fernando Trias De Bes a Roma al convegno OmniComExpo

Fernando Trias De Bes coautore con Philip Kotler del libro “Il Marketing Laterale” ha realizzato un piccolo capolavoro: in due ore, tanto è durato il suo intervento al convegno OmniComExpo martedi 12 maggio presso la Nuova Fiera di Roma, è riuscito a smontare i capisaldi fondanti del marketing tradizionale, rimontandoli successivamente secondo una nuova e definitiva logica operativa.
fernando-tdbIn compagnia di Massimo Soriani Bellavista patron della società “Creattività” con il quale ho il felice trascorso dell’esperienza di studio realizzata sul “Lateral Think” di Edward De Bono, ho potuto apprezzare una brillante sintesi delle possibilità che scaturiscono da questo approccio laterale sul marketing.
La potente focalizzazione che Fernando ha fatto sul tema dello sviluppo dei nuovi prodotti ha reso la teoria di Edward facilmente comprensibile e soprattutto rapidamente operativa; Massimo, che è anche il concessionario per De Bono del format di formazione sul “LT” e sui “sei cappelli” mi ha confermato che è in corso di realizzazione un modello definitivo per una pratica e concreta applicazione del modello “MKT laterale” in azienda che potrà prevedere percorsi formativi e modelli di supporto consuleziale basati essi stessi su questo nuovo approccio, che è già sperimentalmente operativo in molte realtà aziendali internazionali.
Per il momento permettetemi di sviluppare una piccola sintesi di quanto emerso martedì, e siccome anche a me come a Fernando piace la sintesi visiva mi sono permesso di applicare la matrice 2X2 di HBS sul tema trattato.

laterale-mkt-21

Come si può vedere i responsabili di marketing possono ora sbizzarrirsi su almeno quattro strategie: possono continuare a operare secondo uno schema tradizionale “creando” in modo tradizionale su prodotti “tradizionali”;

Ovvero concentrarsi su una innovazione “tradizionale” che possa dargli un vantaggio competitivo; o ancora attendere e “seguire il mercato”.
Accanto a queste tre se ne aggiunge una quarta:  il “Lateral Think” , un nuovo universo possibile ma non ancora “vero”.
E come bene hanno espresso Chan Kim e Renè Mauborgne in “Strategia oceano blu” perche allora non creare un oceano di nuove opportunità?

You may also like...