Fare rete è creativo E conviene

crowdsourcingL’insieme magmatico del crowdsourcing comincia a solidificarsi, anche in Italia. Ad assumere una struttura definita e a partecipare all’economia attiva. Letteralmente questo neologismo nasce dalla fusione di crowd, ovvero ‘folla, moltitudine’, e sourcing, ovvero ‘esternalizzazione (del lavoro)’ ed è stato inizialmente associato a quelle forme volontarie e gratuite di creazione e di condivisione dei contenuti: Wikipedia e YouTube ne sono i primi lungimiranti esempi.
crowdsourcing e creatività è il tema dell’articolo di Alessandro Longo del Sole 24 ore

You may also like...